Scopri la tua conclusione infantile

January 11, 2019 - 1 minute read
Hai il coraggio di mettere a frutto le tue qualità innate? O il tuo monologo interiore negativo ti impedisce di vivere fino in fondo? Un presente positivo inizia identificando cos’è che ci impedisce di realizzare le nostre qualità nella vita.

 

Da piccoli abbiamo tratto grandi conclusioni sul mondo che ci circonda e sul nostro ruolo in esso. Le cinque conclusioni infantili continuano a produrre una serie di pensieri negativi ricorrenti che ci ripetono, ad esempio, che non apparteniamo al nostro mondo o che non valiamo abbastanza. Ma anche se l’abbiamo pensato mille volte, non significa che sia vero.

Nel giro di pochi minuti questo test ti permetterà di capire la tua conclusione infantile predominante e le qualità innate che probabilmente possiedi. I risultati contengono indicazioni per trasformare i pensieri negativi in un presente positivo. Scoprirete di più sull’argomento nel mio libro L’ho creduto sin da bambino. Le cinque convinzioni limitanti che ci portiamo dietro dall’infanzia.

 

1.Non mi fido subito delle persone
2.Tendo a reprimere le mie emozioni e a tenermi tutto dentro
3.Ho spesso la testa tra le nuvole
4.Spesso ho paura di essere smascherato come impostore
5.Non ho molta pazienza
6.Non sono incline al confronto
7.Ho un look originale
8.Non riesco a vivere la vita che vorrei
9.Voglio sempre di più
10.Mi piace che si sappia chi è che comanda
11.Presto attenzione ai dettagli
12.Generalmente sono più capace di gestire le cose rispetto alle altre persone
13.Mi riesce difficile domandare aiuto
14.Sono molto empatico/a e compassionevole
15.Sono un pensatore strategico
16.Mi riesce difficile stabilire un contatto autentico con le persone
17.Ho paura di non essere abbastanza bravo/a
18.Tengo sotto controllo tutto e tutti
19.Penso che sia importante comportarsi come si deve
20.In uno scontro di opinioni cedo facilmente
21.Voglio che le cose siano fatte a modo mio
22.Mi riesce difficile portare a termine quello che ho iniziato
23.Faccio quello che bisogna fare
24.Per me scegliere è un problema
25.Sento spesso di non appartenere al mondo in cui mi trovo